Aria condizionata in auto: come funziona e quando aggiustarla

0 0
0 0
Read Time:2 Minute, 6 Second

La piacevole carezza dell’aria condizionata in auto è tutto quello di cui abbiamo bisogno durante i viaggi estivi, quando il caldo esterno diventa insopportabile. 

A volte la temperatura interna dell’abitacolo si alza così tanto da rendere difficile anche solo restare seduti, figuriamoci guidare! 

L’aiuto dell’aria condizionata è più importante di quanto non si pensi, soprattutto prima di partire per un viaggio molto lungo. 

Ma come funziona effettivamente l’aria condizionata in auto? Qual è il sistema che si nasconde dietro questo meccanismo refrigerante? 

Scopriamolo insieme, vediamo come funziona l’aria condizionata e ogni quanto bisognerebbe occuparsi della sua manutenzione. Iniziamo!

Per evitare danni ed assicurarsi un funzionamento continuo dell’aria condizionata in auto, bisognerebbe sottoporre il sistema ad un controllo periodico.

Come funziona l’aria condizionata 

L’impianto dell’aria condizionata in auto segue un meccanismo di funzionamento molto più semplice del previsto, facile da comprendere anche per chi non si è mai interessato di meccanica. 

L’aria calda racchiusa all’interno dell’abitacolo viene catturata dalle valvole e portata all’interno dell’evaporatore, all’interno del quale circola un liquido freddo. 

Il passaggio nell’evaporatore permette il raffreddamento dell’aria, che fuoriesce fredda al punto giusto. 

Il compressore è il responsabile della messa in circolo del fluido refrigerante, che passa attraverso il condensatore per riuscire a liquefarsi ed essere inviato al serbatoio.

Il serbatoio conserva eventuali impurità e tutta l’umidità accumulata, evitando danni al sistema interno dell’auto. 

Nell’ultima fase, il liquido viene vaporizzato ed immesso nell’abitacolo per rinfrescare l’ambiente.

L’aria condizionata è rotta? 

Per evitare danni ed assicurarsi un funzionamento continuo dell’aria condizionata in auto, bisognerebbe sottoporre il sistema ad un controllo periodico. 

Il meccanico dovrebbe avere la possibilità di controllare il livello del liquido refrigerante almeno ogni 6 mesi – tre quando siamo in estate. 

L’ideale è effettuare un controllo prima dell’inizio della stagione calda, così da evitare problemi proprio la prima volta che si accende l’aria condizionata

Per capire se il vostro sistema refrigerante inizia a dare segni di cedimento, ascoltate il rumore delle valvole al momento dell’accensione dell’aria condizionata. 

Il rumore dell’evaporatore che assorbe l’aria non dovrebbe essere troppo aggressivo, e soprattutto non dovrebbe generare strani odori. 

Se sentite un cattivo odore o un “risucchio” improvviso, rivolgetevi al meccanico per intervenire il più rapidamente possibile. 

Della stessa categoria:

About Post Author

admin

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Previous post Scegli il Giusto Tappetino per il tuo Bagagliaio