Specchietto retrovisore auto: un elemento indispensabile

Lo specchietto retrovisore auto ha una funzione estremamente importante: offrire una visibilità posteriore per aumentare il livello di sicurezza del conducente di un veicolo. Fu intenvato nel 1911 che, dopo aver vinto la 500 miglia di Indianapolis, risultò essere l’unico ad aver installato uno specchietto di questo tipo sulla sua Marmon.

Gli altri concorrenti, avevano a bordo i propri meccanici che avevano la noiosissima funzione di informarli di ciò che succedeva alle loro spalle. Il nome del presunto inventore dello specchietto era Ray Harruon e, dopo il suo utilizzo durante una gara, questo divenne un elemento indispensabile per ogni tipologia di veicolo: l’obbligatorietà fu sancita in Europa con le direttive 71/127 CEE e 20/221 CEE.

Tutto ciò che occorre sapere sullo specchietto retrovisore auto

Lo specchietto retrovisore auto è costituito da uno specchio, dal suo supporto che sorregge lo specchio e consente di regolarla, dal braccio, che si estende fino alla base di fissaggio, e da quest’ultima, essenziale per fissare e ancorare lo specchietto al telaio o al parabrezza. La loro presenza e installazione sui veicoli su strada è regolata in base alla tipologia di veicolo e all’anno di immatricolazione, oltre che da alcune caratteristiche proprie del mezzo stesso.  Gli specchietti retrovisori sono posti lateralmente, esterni all’abitacolo, e sono essenziali per avere una panoramica dei lati del mezzo. internamente, è presente uno specchietto centrale che consente di avere una visuale posteriore per una guida più sicura. Esistono modelli manuali, ma anche modelli più avanzati digitali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *