Segni rivelatori di anoressia nervosa negli adolescenti

0 0
0 0
Read Time:2 Minute, 56 Second

Gli anni dell’adolescenza sono spesso i momenti più turbolenti nella vita di una persona, con i cambiamenti del corpo, gli ormoni scatenati e le sfide legate alla socializzazione e all’assunzione delle responsabilità di un adulto. È solo il momento in cui cercano più privacy. Sfortunatamente, questa richiesta di privacy è spesso il motivo per cui ai genitori mancano i segni dell’anoressia nervosa nei loro figli.

L’anoressia nervosa inizia spesso tra i 17 ei 18 anni, anche se il numero sembra diminuire negli ultimi anni. Ci sono anche casi in cui la condizione è stata osservata nelle ragazze all’età di 6 anni. Questo pensiero può essere molto terrificante per i genitori che sono preoccupati per i loro figli e le loro abitudini alimentari.

Per identificare il problema e affrontarlo subito, la chiave è coglierlo all’inizio. Ecco alcuni dei segni comuni che indicano che tuo figlio potrebbe avere dei problemi con il mangiare.

L’anoressia nervosa inizia spesso tra i 17 ei 18 anni, anche se il numero sembra diminuire negli ultimi anni.

Cambiamenti nelle abitudini alimentari

Uno dei primi segni di una relazione caotica con il mangiare e il cibo è un cambiamento nei comportamenti e nei modelli alimentari. Può manifestarsi in molti modi. Uno sta iniziando ad avere rituali alimentari che potrebbero presto diventare rigidamente imposti o più elaborati.

Questi rituali includono comunemente mangiare cibi in un ordine specifico, rifiuto compulsivo di mangiare determinati tipi di cibo, non mangiare cibi quando toccano altri tipi di cibo sul piatto, spingere gli alimenti sul piatto, rimuovere alcune parti degli alimenti come il porzioni di carne o croste più ben cotte e altre.

Sebbene molti di questi possano sembrare innocui da soli, una volta combinati con altri comportamenti strani, questi potrebbero indicare lo sviluppo di un disturbo alimentare o di anoressia nervosa.

Esercizio ossessivo

L’esercizio ossessivo o compulsivo è un sintomo comune di varie forme di disturbi alimentari come l’anoressia nervosa. Quasi tutti con questa condizione hanno un’immagine corporea distorta. Anche se sono gravemente emaciati o sottopeso, potrebbero considerarsi sovrappeso o addirittura poco attraenti. Di conseguenza, potrebbero finire per prendere misure estreme solo per non aumentare di peso.

A parte il famigerato evitare di mangiare, può anche manifestarsi sotto forma di troppo esercizio. Naturalmente, per la maggior parte delle persone è raccomandato un esercizio ragionevole. Tuttavia, l’esercizio ossessivo correlato all’anoressia può mettere a dura prova il corpo di una persona.

Questo sforzo può diventare troppo potente, influenzando negativamente i piedi, le ginocchia, le articolazioni, i polmoni e il cuore. Gli adolescenti che si esercitano in modo compulsivo potrebbero anche saltare la socializzazione solo per fare esercizio, continuare ad allenarsi nonostante gli infortuni o andare a correre anche in condizioni meteorologiche avverse come temporali o tempeste di neve.

Perdita di peso eccessiva e continua

È forse il sintomo più rivelatore dell’anoressia nervosa ed è anche quello che lo definisce. Mentre altre malattie come il diabete di tipo 1 o la leucemia possono portare a un’eccessiva perdita di peso negli adolescenti, un modello di perdita di peso continua o improvvisa è raro negli adolescenti in crescita.

Dopo qualche tempo, i pazienti con anoressia nervosa inizieranno a limitare l’assunzione di cibo nella misura in cui il mantenimento di un peso corporeo sano diventa impossibile. Questo può rallentare gravemente o fermare lo sviluppo e la crescita dei bambini e degli adolescenti più piccoli.

Diventa un serio motivo di preoccupazione e preoccupazione se la perdita di peso persiste per 6 mesi o se il bambino diventa vistosamente emaciato.

Della stessa categoria:

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Previous post Cose da sapere sulla fecondazione in vitro